Archive for the ‘GENERALE’ Category

It’s over
aprile 25, 2010

Sembrava impossibile e invece ce l’abbiamo fatta (missione compiuta…com’era scritto sulla torta..).
Abbiamo lavorato come pazzi nei sei mesi passati, tra biblioteche e ultimi esami da dare, sempre tendendo ad un singolo giorno che sembra non arrivare mai e poi invece passa veloce come tutti gli altri.
Il lavoro duro ha pagato e la lode è arrivata per entrambi.
Non siamo riusciti a discutere la tesi assieme nello stesso giorno ma il nostro lavoro ha comunque avuto un minimo di visibilità durante le due discussioni, visto che i membri delle due commissioni hanno visto sia il sito che il video. I vincoli del nostro progetto erano soprattutto questi, cioè le limitazioni poste dalla burocrazia che hanno condizionato i nostri tempi con la consegna di scartoffie varie e ci hanno infine impedito di presentarci assieme.
Ad ogni modo, si può dire che abbiamo superato tutti i problemi, arrivando al risultato finale.
Come succede dopo la fine di ogni progetto, oltre al sospiro di sollievo e al riposo dall’enorme fatica, c’è una punta di nostalgia per l’adrenalina del processo creativo in corso…ma non staremo con le mani in mano per molto.
Da adesso comincia infatti il progetto più difficile per noi: immaginare il nostro futuro.

Esportazione: il video è online
aprile 13, 2010

Ultimati gli ultimi aggiustamenti al video (correzione colore e montaggio audio..) abbiamo esportate le sue tre versioni definitive: quella in dvd, quella per i cd da allegare alle tesi stampate e quella per il sito web.
La voce è già circolata e un commento di sostegno è già comparso nel post precedente (grazie ;)) ma adesso è proprio ufficiale: il nostro video è online: ECCOLO!
Da qui in avanti, oltre a prepararci psicologicamente per le domande della commissione, non ci resta altro che organizzare i festeggiamenti…. !!!!!!!!!!!!

Poteva andare peggio…
aprile 9, 2010

E’ durata più o meno quanto un parto: abbiamo piantonato la copisteria per ben sei ore a partire da questa mattina presto ma alla fine siamo riusciti ad uscirne con sei copie della nostra tesi abbastanza buone, a parte qualche difetto che, come mi aspettavo, era inevitabile. Perlomeno in questo caso il difetto più grande (una rifilatura di gran lunga non ortogonale in una delle mie copie) è limitato ad una sola tesi, mentre due anni e mezzo fa al ritorno dalla copisteria mi accorsi con orrore che a tutte le mie copie mancavano i corsivi (e intendo proprio tutti i corsivi).
Insomma, sembra che ce l’abbiamo (quasi) fatta.
Adesso dobbiamo caricare le varie sezioni dei pdf sul sito e terminare il video, lavorando sugli effetti e sull’audio.
Quando tutto sarà terminato, masterizzeremo i cd con le label già stampate.
Per ora, ecco le tre copertine che sono diventate realtà questa mattina: quella della mia tesi, quella della tesi di Nicola e quella della versione combinata.



Si stampa!
aprile 8, 2010

I file per la stampa sono pronti, dopo circa un milione di revisioni e correzioni….tesi e copertine, tutto esportato e pronto per essere stampato e rilegato. In passato le mie esperienza con la stampa sono state spesso negative…capita sempre di trovare gli errori più madornali sulla via di casa, quando ormai è tardi e i soldi sono stati spesi…
Allora domani si va in copisteria. Di mattina presto, molto presto.
E che Dio ce la mandi buona….

I dettagli che complicano la vita
aprile 5, 2010

E’ iniziata la settimana del rush finale, visto che lunedì prossimo si va in stampa.
In sostanza mancano gli ultimi ritocchi all’impaginazione ma soprattutto la versione definitiva del video e relative foto per la copertina dello stampato.
Nel frattempo oggi l’intero pomeriggio è stato speso nei tentativi per stampare i cd che conterranno l’intero lavoro finito (una di quelle operazione che si fanno una volta al mille e dunque la volta successiva ci si è dimenticati i trucchi per riuscire a far funzionare tutto….ma stavolta li ho scritti!!!).
Lo so, l’etichetta del cd è una finezza, ma visto che le nostre tesi saranno stampate separatamente per motivi burocratici, ogni sistema che può servire a sottolineare l’interdipendenza dei due lavori, va sfruttato.
Nel nostro caso possiamo farlo solo con la copertina e, appunto le label del cd, perciò questa era una cosa importante che mi ha portato via un intero pomeriggio dimostrando come la tecnologia molto spesso complichi la vita invece di semplificarla….ad ogni modo, missione compiuta!
Qui sotto, un’anteprima: c’è l’etichetta della mia tesi, quella di Nicola e quella della nostra versione composita.


Siamo online (non solo con il blog)!
aprile 4, 2010

Ok, non è proprio così usabile ed elegante come lo avevo immaginato all’inizio, anzi direi che è proprio rude html quasi basico, giusto due pop-up e un pò di css….ma almeno è un ipertesto online funzionante…ospitato per ragioni di praticità sul dominio del mio sito…
Mancano ancora i pdf con le parti delle due tesi perchè aspetto di finire del tutto l’impaginazione (nel giro di poco dovrà essere finita anche perché l’ora di stampare è praticamente arrivata) ma intanto la struttura c’è.

Operazione sito web
aprile 2, 2010

Finalmente ho messo le mani sull’ultimo grande interrogativo che cominciava a diventare una preoccupazione piuttosto ingombrante. Ho iniziato ieri a riflettere su quale struttura dovesse avere il sito che conterrà tutto il nostro lavoro e ho iniziato ad abbozzare le prime ipotesi realizzative.
Dopo aver passato l’intera giornata a smanettare con Flash, cercando di riprenderci mano dopo più di due anni di inattività, ho alla fine concluso che il suo utilizzo non si adeguava alle nostre esigenze, soprattutto a causa dei lunghi testi che abbiamo necessità di inserire.
Ho deciso allora di virare verso un più tradizionale impianto html, dedicando la giornata di oggi a mettere a punto una rappresentazione grafica efficace e gradevole della mappa del nostro percorso dalla quale poterne linkare tutti i contenuti.
Anche se avrei voluto evitarlo, sarò costretta a inserire questi contenuti in una serie di pop-up che si apriranno sopra la pagina principale con la mappa.
L’idea di usare Flash derivava proprio dall’intenzione di mantenere la navigazione all’interno di una stessa pagina, per renderla meno faticosa, ma il lato positivo in questo modo è che ho potuto sviluppare di più l’aspetto rappresentativo della mappa che altrimenti sarebbe stato giocoforza uno scarno menù.
Dunque ecco qui un’anteprima al 100% dell’immagine/interfaccia dalla quale saranno linkati tutti i nostri materiali.

Le piccole cose
marzo 30, 2010

Continua il lavoro di sistemazione dei dettagli e dei materiali di corredo: sono tutte piccole cose ma, chissà perché, richiedono una gran quantità di tempo.
Dunque ho impostato l’etichetta da stampare sui cd che conterranno tutto il lavoro e saranno inseriti nelle versioni stampate definitive, ho quasi finito di inserire le immagini e ho buttato giù anche l’appendice alla quale manca la conclusione del lavoro.
Ho anche sbrigato tutta una serie di cose che vanno dai ringraziamenti alla lista delle fonti delle immagini, fino alla decisione del sottotitolo della tesi che era ancora pendente.
Il risultato è:

La cultura del progetto.
Da Bruno Munari all’epoca digitale: nascita dell’idea di progetto, metodologie, esempi concreti e natura virtuale del progetto in rete.

Come suona?

Punto della situazione: one month to go
marzo 18, 2010

Più ci sono cose da fare e più i giorni passano in fretta e ultimamente, credetemi, il tempo vola.
Siamo stati talmente sommersi di cose da fare (tra cui la correzione delle bozze su carta delle tesi ci ha davvero fatto uscire pazzi) da non avere neanche il tempo di aggiornare i progressi che facevamo sul blog, visto che ogni scadenza pressante era subito rimpiazzata da un’ulteriore scadenza altrettanto pressante.
Vediamo allora di fare un rapido aggiornamento della situazione, sperando d’ora in poi di riuscire a postare update più frequenti:

<Nicola>: primo e secondo capitolo della tesi sono stati completati e corretti. E’ stato ipotizzato un capitolo di chiusura: un’intervista a Sandra Lischi in tema di videoarte. Ho mandato le domande e ora aspetto una risposta.
Ho abbozzato anche l’introduzioni mentre mancano ancora le conclusioni..

<Lucia>: completato il quarto capitolo (eccolo qui!), corretto assieme al primo e al secondo, sono in attesa dell’approvazione delle modifiche al terzo (dolente) capitolo che era il più zoppicante.
Ho consultato finalmente anche il tanto sospirato catalogo Disegno e Design (ricavandone ben poco).
Restano dunque solo da rivedere e correggere tutti i materiali di corollario (introduzione, conclusioni, bibliografia…)

Il video: finalmente abbiamo messo mano a quello che stava diventando l’incubo della tesi: riflettendo sui dati raccolti dalla tesi di Nicola e riprendendo le idee buttate giù a novembre, abbiamo definito alcune ipotesi. Le prime prove concrete le faremo domani: si gira, si scarica sul pc e si monta per vedere se l’idea può funzionare, sperando di chiudere il video entro la fine della prossima settimana.

Prossimi passi: impostare progetto grafico e progetto di sito web che conterrà il nostro intero lavoro, mentre ci resta da buttare giù il testo che riassumerà tutta l’ultima parte del progetto e che farà da appendice in entrambe le tesi.

Eh si, ultimamente il tempo vola.

I’ve been thinking..
marzo 6, 2010

Piccola pausa dai soliti aggiornamenti sullo stato dei lavori per una piccola riflessione “di sistema” che devo scrivere per potermene liberare..

Arrivata quasi alla fine della stesura di questa tesi, sono in quel momento in cui è necessario tornare ad avere uno sguardo d’insieme sul lavoro svolto per poter capire se lo sviluppo della struttura iniziale ha lasciato dei buchi o zoppica un pò in alcune parti.
E, in effetti, forse un pò lo fa.
Sembra incredibile: si parte con un’idea, la si sviluppa in una scaletta, si cominciano le ricerche e ci si mette a scrivere concentrandosi di volta in volta sulle singole parti. Si procede per settimane, mesi, consultando e leggendo decine di libri, articoli, siti, correggendo, riscrivendo, riassumendo, citando, riformulando…e in tutto questo è estremamente facile perdere il polso della situazione, lo sguardo dall’alto che ti permette di valutare a che punto è il lavoro.

E infatti proprio adesso, quando il capitolo 4 è quasi finito, il 3 necessita di un’aggiustatina e ho deciso che il resoconto di tutto il nostro lavoro prenderà la forma di un’appendice a sè, per riunire i fili della questione devo tornare a leggere la prefazione che ho scritto ormai cinque (!!) mesi fa (dove sono stata in tutto questo tempo?!?!?).
Devo anche chiedermi se il modo in cui stiamo conducendo il tutto confermi davvero quello che diciamo o se invece cerco di sostenere qualcosa che però non riesco a dimostrare nella pratica.

Proviamo però a trovare qualcosa di buono in tutto questo: può essere la conferma che il lavoro di ricerca ha prodotto delle conoscenze che mi hanno portato a vedere la questione sotto nuovi punti di vista, ad ampliarla e dunque forse ad ottenere delle conclusioni che non potevo immaginare quando ho cominciato?
Se la risposta è si, tutto sommato, sarebbe confortante, perchè significa che il lavoro non è stato inutile ma ha prodotto qualcosa di nuovo. Partire sapendo già dove saremmo arrivati non avrebbe avuto poi molto senso in fondo…

Ok, ora va un pò meglio…non posso fare altro che tornare alla mia prefazione, scaletta e introduzione per cercare di far quadrare i conti e far andare in porto questa nave….ce la farò?
Verificarlo sarà facile: basterà vedere quanto tempo ancora ci vorrà prima di vedere pubblicato tutto il lavoro….